SCONTI FINO AL 70% - VISITA L'OUTLET

Outlet Vintage

Outlet Vintage: Armadi, Sedie, Poltrone, Divani e Tavoli

Il perché di questo OUTLET ARREDAMENTO VINTAGE

Il Vintage deriva dallo stile di oggetti ed arredi che entrarono nelle nostre case a partire dagli anni 50/60 in pieno boom economico; forse come conseguenza del boom stesso che generava entusiasmo infondendo grande fiducia nel futuro.

Oggi è forte la tendenza a recuperare mobili e oggetti, poltrone e divani vintage, che per la loro funzionalità ed energia rivivono una vita nuova con un alone di fascino del passato.

Alla Convert come un gioco, questa sorta di recupero, ci fa rievocare atmosfere del passato, con un pizzico di nostalgia: questo è “Vintage”, come i nostri divani vintage classici, le poltrone, gli armadi e i tavoli antichi.

I protagonisti sono arredi ed oggetti di quell’epoca: mobili, poltrone, divani e sgabelli vari, tessuti d’epoca, sedie, tavoli e credenze, lampadari e lampade, senza tralasciare qualche elettrodomestico particolare quali radio o ventilatori ed addirittura una storica Lambretta del 1952.

Inoltre, se le vostre esigenze sono quelle di recuperare un mobile o un divano vintage di vostra proprietà non esitate a contattarci per un consiglio ed un preventivo gratuito; anche questo è Convert Casa.

Vintage , ovvero “amato in passato” è un attributo che indica qualità e valore di oggetti prodotti almeno vent’anni prima dei nostri giorni, che a volte può essere riferito a tempi passati senza essere racchiuso nel ventesimo secolo.
La riscoperta di arredi che hanno una storia, dal gusto lontano ma vivo nella nostra memoria, ha dato un nuovo valore al significato stesso della parola “Vintage” rendendola più che mai attuale.
Il passare del tempo ed il senso che ciò esprime è intimamente legato alla definizione di Vintage attribuendone il significato a qualcosa che risale ad un tempo passato della nostra realtà.
Il significato iniziale di questa parola era attribuito al vino, nettare degli dei, che si sa migliora con il passare del tempo; ma adesso il significato di vintage si è esteso includendo, oltre al vino, altre tipologie di prodotti incluso l’arredamento.
Nell’arredamento i mobili e gli oggetti devono rispecchiare requisiti e caratteristiche particolari per essere considerati oggetti di vintage; il concetto fondamentale è che tali oggetti derivino da periodi, abitudini e consuetudini passati rispetto al momento attuale ma, che trasmettano un ricordo importante .
L’arredamento vintage è la tendenza degli ultimi anni e raccoglie appassionati provenienti da latitudini e culture diverse; estimatori di uno stile che rende omaggio alla produzione degli anni 50,60 e 70.
La produzione degli anni 50 rappresenta in tutto il dopoguerra, con una gran voglia di rinascita ; l’entusiasmo traspare in tutti i settori produttivi e nell’arredamento appaiono, per la prima volta, prodotti realizzati in serie in vere e proprie strutture industriali.
Il design diventa alla portata di tutti, entra con forza nelle case della gente con Elettrodomestici, mobili vari e di varie dimensioni, poltrone librerie che non sono più appannaggio di una classe benestante ma anche della piccola borghesia e del ceto medio: comincia il boom economico!!!!
Gli arredi degli anni 60 sono caratterizzati da forti mutamenti nelle forme, nei colori scelti e nei materiali usati che a causa dell’influenza di movimenti culturali, come la Pop art, diventano originali, briosi e geniali.
Si modificano le forme degli oggetti rendendoli più spontanei e passionali grazie alle colorazioni ed alle fantasie dei tessuti che rivestono i mobili imbottiti.
Sono gli anni in cui le nostre imprese intraprendono i processi di industrializzazione del design, utilizzando nuove tecnologie per le produzioni di serie degli oggetti d’arredo.
Sono gli anni in cui fa capolino la plastica, materiale che rappresenta più di altri lo stile d’arredo di quegli anni che grazie alla sua polivalenza viene utilizzata per costruire qualsiasi tipo di prodotto, in maniera semplice ed economica.
Gli anni 70 sono caratterizzati dall’avvento di tonalità molto forti, giallo ,verde brillante, turchese, ragione per cui il bianco e nero vengono sostituiti con decorazioni di vario genere soprattutto in ambienti quali bagno e cucina.
Gli arredi ed i complementi si presentano lucidi; pellami, metalli vetri e legni hanno tonalità quasi brillanti.
Questo periodo si contraddistingue per la nascita del concetto di living open space, spazi con soppalchi soggiorni ed ingressi ampi e spaziosi, colore nella progettazione d’interni e diffusione di tinte vivaci . Nel mobile e nel complemento era arrivato il multicolor.
Inoltre l’arredamento di questi anni è influenzato da movimenti di ritorno alla natura, sorti come forme di rifiuto al consumismo ed alla passione per i beni materiali.
Sono gli anni in cui i progettisti utilizzano le prime tecnologie a basso impatto energetico; le abitazioni sono pensate organiche all’ambiente che le circonda , con vetrate e giardini interni intimamente connessi con la natura circostante.

btt